Guida alla scelta dei guanti da sposa

Ti sati per sposare e sei indecisa se indossare o meno i guanti da sposa?

Grandioso! In questa guida cercheremo di capire le differenze che classificano i guanti da sposa e quando dovreste indossarli.

Andiamo!

I guanti da sposa non solo aggiungono grazia e sofisticatezza all’abbigliamento, ma sono anche portatori di significati simbolici. Rappresentano l’innocenza e la purezza della sposa, sottolineando l’importanza dell’evento e contribuendo a creare un’atmosfera di riservatezza e formalità.

Nonostante non siano obbligatori, i guanti possono rivelarsi preziosi nel completare l’ensemble nuziale. Specialmente quando si tratta di arricchire abiti più semplici o di aggiungere quel tocco di classe che potrebbe essere notevolmente mancante in un look più minimalista. La scelta di indossare o meno i guanti è personale, ma la loro presenza può indubbiamente arricchire e impreziosire il giorno del matrimonio.

I guanti, per tradizione, non sono pensati per essere indossati per l’intera giornata del matrimonio. Solitamente, la pratica è quella di toglierli dopo l’ingresso in chiesa, ponendogli accanto al bouquet. Un’usanza comune è evitare di indossarli dopo il fatidico “Sì”, in modo da non coprire l’importante fede nuziale.

Se, però, hai scelto di indossare i guanti come elemento per bilanciare un abito più semplice, una soluzione chic potrebbe essere quella di optare per guanti senza dita. Questo ti permetterà di mantenere lo stile senza sacrificare la praticità.

Durante il servizio fotografico ufficiale, assicurati di catturare alcuni scatti mentre indossi i guanti. Questi momenti immortalati possono aggiungere un tocco speciale al tuo album di nozze. In definitiva, la scelta di quando indossare o togliere i guanti è una decisione personale, guidata dal tuo stile e comfort.

Quando decidi di togliere i guanti durante il giorno del matrimonio, l’approccio dovrebbe essere fluido e grazioso. Immagina di tenere la mano con il palmo rivolto verso il ventre e il polso leggermente piegato verso l’interno. Utilizza l’indice e il pollice della mano destra per delicatamente “pizzicare” le dita, iniziando dall’indice e procedendo, se necessario, al mignolo (lasciando fuori il pollice). 

Esegui un movimento deciso ma aggraziato per sfilare completamente il guanto dalla mano, poi utilizza lo stesso procedimento sulla mano opposta.

Se i guanti sono di lunghezza che supera il gomito, ricorda di abbassarli leggermente prima di iniziare la procedura. Questo passo è particolarmente importante per gestire il tessuto in modo delicato e garantire che il processo di rimozione sia fluido e senza intoppi.

È importante che tutto sia svolto con eleganza e senza esitazione, se qualcuno vi si avvicina durante questa operazione aspettate a sfilare il guanto per non creare momenti di imbarazzo qualora il guanto non si dovesse sfilare e far rimanere il vostro ospite con la mano a mezz’aria.

Il colore e i decori dei guanti dovrebbero rispecchiare quello dell’abito al fine di dare uniformità generale, tuttavia sperimentando potreste accorgervi che ci sono colori che si fondono bene tra sé, soprattutto se uno è una nuance dell’ altro o se insieme creano un piacevole contrasto.

Anche le decorazioni dovrebbero rispecchiare quelle dell’abito, tuttavia i guanti possono essere l’elemento distintivo di un abito semplice o, al contrario, possono aiutare ad ottenere un effetto più semplice in un look ricco, anche se in questo caso dovreste considerare di non indossarli affatto.

Le decorazioni possono essere costituite da ricami, pizzi, perle e gioielli oppure un mix di questi cuciti sopra. I guanti senza o con poche decorazioni aiutano a dare un aspetto essenziale al look da sposa.

I tessuti con cui vengono realizzati i guanti da sposa variano molto, per scegliere quello più adatto a te dovresti considerare:

L’abito:

Come detto in precedenza è importante che i guanti e l’abito siano in coordinato tra loro per cui i guanti dovrebbero essere dello stesso tessuto o di un tessuto simile a quello dell’abito.

La stagione:

Se vi sposate d’estate è opportuno scegliere un tessuto che vi permetta una buona aerazione come seta, organza e pizzo mentre nei mesi più freddi meglio scegliere tessuti più caldi come pelle, velluto e lana.


Le preferenze della sposa:

Come dico sempre: niente è assoluto! 

Se pensate che un certo tipo di tessuto o di colore si integri bene con il resto del look allora dovreste dare spazio alla vostra personalità, la cosa più importante infatti è sempre sentirsi belle e sicure.

Questa è la caratteristica principale nella scelta del guanto, infatti la lunghezza è l’aspetto che influenzerà maggiormente il look finale.

I guanti da sposa possono essere:

Questa tipologia di guanti si estende fino a sopra il gomito ed è molto adatta in caso di matrimoni formali, sono alleati di spose invernali che non scelgono un abito a maniche lunghe ma che abbinano per esempio una mantellina da sposa, oppure nelle stagioni più calde, possono essere utilizzati in tessuti leggeri per ottenere un aspetto più sofisticato.

I guanti da sposa di lunghezza media, che si collocano tra la parte superiore del polso e la parte inferiore del gomito, sono una scelta ideale per coloro che desiderano aggiungere un tocco tradizionale a matrimoni formali e semiformali. Conferiscono istantaneamente un tocco di eleganza al look nuziale, tuttavia, è importante notare che in alcuni casi possono aggiungere peso visivo al complesso dell’abbigliamento sposa. Optare per tessuti leggeri e dettagli sottili può contribuire a mantenere un aspetto raffinato senza appesantire l’ensemble complessivo.

I guanti da sposa corti, che si fermano poco oltre il polso, sono una scelta frizzante e moderna. Sono perfetti per matrimoni meno formali o meno tradizionali, aggiungendo un tocco di grazia senza appesantire il look. La loro versatilità li rende adatti a varie stagioni e stili di abito da sposa, offrendo un aspetto ordinato e senza eccessi.

Una caratteristica di questi accessori e di potere essere con e senza dita, ovviamente guanti con le dita sono più adatti al freddo e sacrificano la praticità per dare spazio all’ eleganza, alla tradizione e alla formalità.

A prescindere dalla lunghezza i guanti da sposa possono presentarsi anche senza dita, questo permette alla sposa maggiore comodità e di indossarli per più tempo (andrebbero comunque tolti nel momento dello scambio degli anelli).

Sono la soluzione ideale per la sposa che vorrebbe arricchire il suo look senza avere l’ impedimento causato dai guanti con le dita.

Come sempre è opportuno dire che il prezzo varia in relazioni di molteplici variabili come la qualità, il tessuto, la lunghezza ecc…

Anche il luogo dove deciderete di acquistare i guanti influenzerà il prezzo finale, on line probabilmente riuscirete a risparmiare ma non avrete la possibilità di toccare con mano il tessuto e appurarne la qualità e, a differenza di comprarli in atelier, non avrete consigli dalle vostre amiche e parenti e neanche una consulenza da parte del venditore,

Quindi, fatte le doverose premesse, possiamo dire che un paio di guanti da sposa può essere acquistato a un prezzo tra le 50 e le 150€ (sotto a questo prezzo potrebbero non essere di una qualità adatta a un matrimonio, sopra a questo prezzo invece dovreste comprarli solo se il vostro matrimonio è particolarmente ricco e formale).

Siamo giunti alla fine di questa guida sulla scelta dei guanti da sposa, spero che questo articolo ti sia stato d’aiuto!

LEGGI ANCHE:

SEGUIMI SU INSTAGRAM E SCOPRI CHI SONO!